18 novembre 2019  |  a cura di Industriale Viessmann  |  condividi con

L’esonero dalla conduzione continua per i generatori di vapore

18 novembre 2019
Generatori Vapore

I generatori di vapore conformi alla direttiva PED e dotati di sistemi di sicurezza possono funzionare senza il presidio del “conduttore abilitato” per 24 o 72 ore.

I moderni generatori di vapore di taglia industriale possono funzionare senza che le aziende siano obbligate a impegnare costantemente, 24 ore su 24, personale dedicato dotato di un’apposita certificazione (il “conduttore abilitato ex fuochista”), a condizione che l’impianto risponda a determinati requisiti.
Questa modalità di funzionamento si chiama “esonero dalla conduzione continua del conduttore abilitato”.

La normativa a riguardo è molto articolata. Basti pensare che la figura del conduttore patentato è nata nel lontano 1927 come “fuochista”, secondo i requisiti stabiliti dal Regio Decreto 824 del 12 maggio 1927.
L’ultimo riferimento normativo per l’esonero dalla conduzione continua è la norma UNI TS11325/3 emanata il 22 febbraio 2018, che ha sostituito la precedente norma del 2010.
La specifica stabilisce le “modalità di sorveglianza delle attrezzature a pressione a rischio di surriscaldamento e destinate alla generazione di vapore d’acqua e/o acqua surriscaldata a temperatura maggiore di 110° C, con pressione massima ammissibile maggiore di 0,5 bar”.

In sintesi, la norma distingue la supervisione sull’impianto in:

  • conduzione, nei casi di funzionamento non automatico del generatore;
  • sorveglianza, quando invece il generatore può funzionare in modo automatico; questa modalità può essere esercitata senza assistenza continua, quindi in regime di esonero parziale, fino a un massimo di 24 ore o fino a un massimo di 72 ore.
La sorveglianza senza assistenza continua del personale viene applicata ai generatori a funzionamento automatico, progettati e realizzati conformemente alla direttiva PED (Pressure Equipment Directive) e dotati di adeguati sistemi di sicurezza.
È sempre necessaria la presenza di un conduttore abilitato in caso di accensione o riaccensione dell’impianto; inoltre il conduttore deve effettuare e certificare i controlli standard di sicurezza a ogni intervallo di tempo prestabilito (24 o 72 ore).
euro-hand-200px
Vediamo ora, in sintesi, di quali apparecchiature accessorie di sicurezza, omologate per le rispettive classi di appartenenza, deve essere dotato il generatore di vapore per poter essere in regime di esonero da supervisione continua per 24 ore o per 72 ore:
  • due limitatori ad elettrodo per basso livello dell’acqua, con il compito di proteggere la caldaia dalla mancanza d’acqua. In caso di abbassamento del livello sotto il valore soglia ammissibile, viene interrotto il funzionamento del bruciatore;
  • limitatore ad elettrodo di preallarme di basso livello; segnala al personale il livello basso dell’acqua prima che venga raggiunto il livello di allarme;
  • per l’esercizio senza supervisione 72 ore è inoltre richiesto un limitatore ad elettrodo di allarme per alto livello dell’acqua (da prevedere anche per l’esercizio senza supervisione 24 h nel caso di generatore con afflusso continuo dell’acqua di alimentazione); al superamento del livello di acqua sopra il valore massimo viene interrotto il funzionamento del bruciatore;
  • per l’esercizio senza supervisione 24 h è raccomandato - mentre è obbligatorio per le 72 h- il dispositivo automatico di desalinizzazione, che tiene conto di tutte le variabili che influenzano la salinità dell’acqua (misurati tramite la sua conducibilità) per ottimizzare la desalinizzazione, proteggere la caldaia da depositi interni e limitare le perdite d’acqua;
  • per l’esercizio senza supervisione 72 ore è inoltre raccomandato il dispositivo automatico di defangazione, che automatizza questa operazione mediante un temporizzatore che prestabilisce i tempi di apertura delle valvole di defangazione, per prevenire l’accumulo di impurità e di sali precipitati nella zona inferiore della caldaia.

I generatori di vapore ad acqua surriscaldata Viessmann sono costruiti, omologati e accessoriati nel rispetto della Direttiva europea sugli apparecchi a pressione, in modo da consentire l'esercizio senza supervisione continua del conduttore dell'impianto fino a 72 ore.
Oltre ai dispositivi accessori previsti dalla normativa, Viessmann offre tutti gli accessori di regolazione e sicurezza a completamento del funzionamento del generatore e accessori a completamento dell’impianto vapore, quali: collettori, degasatori atmosferici o termofisici, serbatoi blowdown, trattamento acqua, ecc.

Per saperne di più leggi: GUIDA AI GENERATORI DI VAPORE

E' stato interessante?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nuovi articoli