Viessmann
15 aprile 2020  |  a cura di Industriale Viessmann  |  condividi con

Tutti i vantaggi della Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)

15 aprile 2020
Cogenerazione

Solo gli impianti di cogenerazione riconosciuti come CAR, Cogenerazione ad Alto Rendimento, possono fruire dei TEE, gli incentivi che premiano il risparmio di energia primaria.

Autoprodurre buona parte dell’energia consumata e ridurre la spesa relativa all’approvvigionamento energetico: questo è, in estrema sintesi, il vantaggio apportato dagli impianti di cogenerazione. Per poter accedere agli incentivi statali predisposti per questa tecnologia (Titoli di Efficienza Energetica o Certificati Bianchi) abbassando così il tempo di rientro dell’investimento, è però necessario che gli impianti siano di tipo CAR, ossia Cogenerazione ad Alto Rendimento.

Ricordiamo che con il termine “cogenerazione” si intende la produzione combinata di energia elettrica e di energia termica (calore) ottenute in appositi impianti utilizzando la stessa energia primaria. Durante la normale produzione elettricità solo una parte dell’energia primaria viene convertita in energia utile, (circa il 45%), mentre il resto viene dissipato sotto forma di calore. Con la cogenerazione, invece, questo calore viene recuperato e può essere utilizzato per i processi o per il riscaldamento.
Rispetto alla produzione separata delle stesse quantità di energia elettrica e calore, la produzione combinata comporta un risparmio economico conseguente al minor consumo di combustibile (pari al 30% circa) e la riduzione dell’impatto ambientale, legato sia alla riduzione delle emissioni sia al minor rilascio di calore residuo nell’ambiente. Per approfondire l’argomento è disponibile la nostra Guida alla cogenerazione nelle imprese.

Quando un impianto di Cogenerazione soddisfa la condizione di “Alto Rendimento” (CAR)?

La normativa che stabilisce le caratteristiche della CAR necessarie per accedere agli incentivi è cambiata nel tempo. A decorrere dal 1° gennaio 2011, la CAR è la cogenerazione che rispetta i requisiti previsti dalla direttiva 2004/8/CE, ripresi dal decreto legislativo 20 dell’8 febbraio 2007 (e integrato poi dal Decreto Ministeriale 4 agosto 2011).
In particolare, il Decreto Legislativo 20 dell’8 febbraio 2007 utilizza, per definire la CAR, un criterio basato sull’indice PES (Primary Energy Saving) che rappresenta il risparmio di energia primaria che la cogenerazione permette di ottenere rispetto alla produzione separata delle stesse quantità di energia elettrica ed energia termica.

Un sistema di cogenerazione viene definito in assetto Cogenerativo ad Alto Rendimento (CAR) quando:

  • PES > 0 per le unità micro e piccola cogenerazione (fino a 1 MWe)
  • PES > 10% per le unità di media e grande cogenerazione (Pot. > 1 MWe)

Per eccedere agli incentivi, il risparmio di energia primaria deve essere calcolato con riferimento all’intera produzione di energia associata al combustibile consumato durante un intero anno di rendicontazione.

New call-to-action

Come vengono assegnati i Titoli di Efficienza Energetica (TEE) per la CAR ?

L’attività di verifica dei requisiti CAR e di assegnazione dei TEE è affidata al GSE, Gestore dei Servizi Energetici. Per le unità di cogenerazione già in esercizio, il GSE provvede ogni anno al riconoscimento “a consuntivo” del funzionamento CAR secondo le regole stabilite (il risparmio PES previsto) e al successivo riconoscimento del numero di TEE cui hanno diritto. Per gli impianti non ancora entrati in esercizio devono essere esaminate, sempre da parte del GSE, le richieste di valutazione preliminare a preventivo, finalizzate al successivo accesso agli incentivi. Tutte richieste di riconoscimento, con i dati e i documenti necessari per avviare la pratica, vanno inviate al GSE attraverso il portale RICOGE. Le richieste di valutazione preliminare possono essere presentate in qualsiasi periodo dell'anno, mentre quelle a consuntivo vanno inviate ogni anno entro il 31 marzo.
A causa dell’emergenza legata al Coronavirus, il GSE ha recentemente prorogato i termini per la presentazione delle richieste di quest’anno al 22 maggio 2020.
L'accesso al meccanismo di sostegno può essere richiesto dal proprietario dell'unità di cogenerazione o dall'esercente.

Riepilogando, le unità di cogenerazione entrate in esercizio dopo il 31/12/2010 sono premiate con i Certificati Bianchi se sono riconosciute:

  • come “nuove unità di cogenerazione" o come “rifacimenti" di unità esistenti;
  • come CAR ai sensi del DM 4 agosto 2011 per ogni anno di accesso agli incentivi (10 anni solari a partire dl 6 marzo 2007, 15 anni solari nel caso di impianti collegati a reti di teleriscaldamento).

Quali sono i principali vantaggi della Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)?

Oltre all’accesso agli incentivi dei TEE, gli impianti di Cogenerazione ad Alto Rendimento godono dei seguenti vantaggi aggiuntivi:
  • precedenza, nell'ambito del dispacciamento, dell'energia elettrica prodotta da cogenerazione rispetto a quella prodotta da fonti convenzionali;
  • agevolazioni fiscali sull'accisa del gas metano utilizzato per la cogenerazione; possibilità di accedere al servizio di Scambio sul Posto dell'energia elettrica prodotta con potenza nominale fino a 200 kW;
  • possibilità di ottenere le agevolazioni tariffarie per impianti alimentati da fonti rinnovabili;
  • possibilità di incentivazione dell'energia elettrica prodotta in CAR, immessa in rete da impianti alimentati a biometano.

New call-to-action

 

Leggi la Guida sull'Efficenza Energetica


Guida Efficienza Energetica

Post correlati

E' stato interessante?

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi i nuovi articoli